Category Archives: English

The metaphore of the frog

TOOLS FOR MINDFULNESS Understanding your emotions: metaphors The metaphor of the frog according to Eline Snel “calm and attentive like a frog”, p. 48.

The family bear massage

TOOLS FOR MINDFULNESS Listen to his body: the family bear massage. Public : from 2 years to 8 years. In family, in class. Purpose : experience the experience of touching each other. Interact with others in different ways. Respect the other. Respect its body. Know your body. Develop empathy.

Les messages clairs

Gérer des émotions difficiles : De l’utilisation des messages clairs : Public : tout public, en famille, en classe, avec des adultes. Objet : gérer des émotions difficiles, communiquer ses émotions

The ball of compliments

Tools for Mindfulness …. from Eline Snel, Sitting still like a frog Developing empathy: using compliments The ball of compliments

I come from March

TOOLS FOR MINDFULNESS Practice attention, feel your tastes: I come from March. (regarding Eline Snel pratices) Public: all public, in family, in class, with adults. Purpose: To use your senses to be attentive. To feel without judgment and without interpretation, without desire and without expectation.

Il bisbiglio – The Whisper

Questa pratica favorisce l’ascolto reciproco tra i partecipanti a incontri che coinvolgono un numero alto di genitori in un setting di tipo tradizionale cioè: un teatro, un auditorium, una grande sala con le file parallele per il pubblico e chi conduce la serata in piedi o seduto di fronte a tutti.

The three breathings

To return to his body / To become aware of his emotions / To stop the rumination factory: the three breaths With a bowl, ring the bowl three times, 15 seconds apart, and direct its attention to the bell.

Il silenzio — Be Silent

Questa pratica riguarda gli incontri che coinvolgono un numero alto di genitori in un setting di tipo tradizionale e cioè: un teatro, un auditorium, una grande sala con le file parallele per il pubblico e chi conduce la serata in piedi o seduto di fronte a tutti.

Sharing

Questa pratica di partecipazione può essere fatta in un gruppo non troppo numeroso, 12 o 15 persone o alcune in più, permette l’ascolto reciproco dando tempo e garantendo la sospensione del giudizio.

Raccontarsi — Telling stories

Questa pratica può essere successiva a una delle due precedenti e richiede un gruppo non troppo numeroso.

Scrivere per sè – Writing for oneself

Questa pratica può essere usata anche con un pubblico numeroso ma nei laboratori Genitori Consapevoli è stata utilizzata con gruppi di 25 persone al massimo.